WhatsApp-Image-2020-01-26-at-19.47.54.jpeg

27 Gennaio 2020

Bellissima affermazione dei Passerotti sul difficile campo della Vivibanca Torino. Continua la serie di match nei quali la Tinet Gori Wines raccoglie dei punti. Ed ora i play off sono ad un solo punto di distanza
Cuttini: “Sono veramente contento ma, soprattutto, orgoglioso dei miei ragazzi”

Prosegue il momento super positivo della Tinet Gori Wines che torna a casa con un bel 3-0 al PalaCupole di Torino. E’ vero che la Vivibanca occupa posizioni di retrovia, ma ultimamente si era conquistata la fama di “ammazzagrandi” sconfiggendo Porto Viro e stoppando l’imbattibilità interna di Motta. I ragazzi di Cuttini hanno vinto tutti e tre i set sul filo di lana, ma hanno dimostrato di essere superiori e soprattutto di essere più freddi e abili nel gestire i concitati momenti di fine set.

35 minuti sono stati necessari per stabilire chi dovesse partire col piede giusto in questa partita. Alla fine sono stati bravi i Passerotti e si sono aggiudicati questo primo set nel quale la parola chiave è stata equilibrio. La Tinet ha mantenuto il pallino del gioco in mano non riuscendo comunque a distanziarsi di troppo. Verso il finale di set si fa sotto Torino che grazie ad un doppio muro di Mellano riesce addirittura portarsi in vantaggio: 21-20. I Passerotti non demordono e con un muro di Marinelli su Del Campo conquistano il set point sul 23-24. Subito annullato. Poi è Baldazzi ad annullare l’opportunità dei padroni di casa di chiudere a loro favore il parziale. Grazie al provvidenziale intervento del VideoCheck il punto va ai gialloblu perchè la palla dell’opposto ferrarese ha pizzicato la line. Si vede un imperiodo primo tempo di Rau e poi è sempre Baldazzi a conquistare il diritto al set point e poi a chiudere sul 26-28

Anche il secondo set prende la direzione di Prata, sempre con il minimo scarto anche se in questo frangente la Tinet Gori Wines ha avuto ben 4 palle set annullate dai torinesi.
Non si scappa dalla legge dell’equilibrio. Le squadre si inseguono col minimo scarto fino al 16-16. Poi si prende il proscenio Galabinov, che prima schianta a terra un bel lungolinea da posto 2 e poi si porta in zona di battuta. Tutti si aspettano una bomba salto spin, ma Jordan piazza due battute corte e liftate consecutive che si tramutano in due ace. Ad alimentare il vantaggio anche un bel diagonale di Marinelli, inizialmente visto fuori dagli arbitri, ma poi giudicato dentro dal Videocheck: 16-21. La Tinet si porta dietro il vantaggio fino a quando Baldazzi timbra il 20-24. Qui la Tinet ha un attimo di impasse. Un errore in battuta e due attacchi fuori innervosiscono gli uomini di Cuttini e permettono a quelli di Simeon di pareggiare. Un energico time out del condottiero friulano riporta i suoi sulla retta via. Alberini si affida a Baldazzi che ripaga il suo regista mettendo la palla forte in lungolinea. A chiuderla un muro vincente di Alberini: 24-26
Nel terzo parziale Prata prende subito il comando: 2-5. Sul 6-9 Miscione schianta a terra un bel primo tempo staccato ed esulta. Per l’arbitro è antisportivo e il centrale di Vasto si becca un cartellino rosso, con conseguente punto per i torinesi. Si torna a giocare punto a punto, come per tutta la gara. I torinesi impattano sul 22-22 con un muro su Galabinov. Alberini serve un primo tempo al bacio per Rau che ringrazia e mette la palla a terra. Sicurezza Baldazzi conquista due match point: 22-24. Il primo viene annullato da un bel colpo di Del Campo. Sul secondo i Passerotti non devono impegnarsi. Ci pensa direttamente Mellano a sbagliare la battuta: 23-25 e tre punti meritati che portano la Tinet ad un solo punto dai play off promozione.

VIVIBANCA TORINO – TINET GORI WINES PRATA 0-3

TORINO: Cassone, Martina (L), Filippi 5, Galliani, Matta, Felisio, Richeri 19, Mazzone 3, Mariotti, Valente (L), Gerbino 8, Piasso, Del Campo 9, Mellano 3. All: Simeon

PRATA: Baldazzi 22, A.Calderan, Tolot, Alberini 3, Miscione 5, Tassan, Marinelli 10, Meneghel, Lelli (L), Rau 9, Vivan (L), Link, Deltchev, Galabinov 9. All: Cuttini

Arbitri: Stancati di Brindisi e Marconi di Pavia

Parziali: 26-28 / 24-26 / 23-25


Ph.-Franco-Moret-2020-23-1280x853.jpg

25 Gennaio 2020

I ragazzi di Cuttini vogliono mantenere il trend positivo andando a far visita alla ViviBanca Torino che, nonostante la posizione di classifica, recentemente ha colto scalpi importanti come quello di Porto Viro e ha anche interrotto l’imbattibilità casalinga di Motta che durava da più di un anno. In settimana segnali positivi dall’amichevole con il Salonit Anhovo
Sturam:”Dobbiamo superarci per battere un avversario impegnativo e poi pensare al recupero degli infortunati per riprendere ad allenarci a pieno organico”

Continuare a correre. Questo l’obiettivo della Tinet Gori Wines, che dopo la sosta natalizia ha ingranato le marce alte nella qualità di gioco. Un cambio di ritmo che si è fatto sentire sul taraflex e anche in classifica dove la situazione è a +5 rispetto al girone d’andata e non a causa dei cambiamenti climatici.

Il weekend propone la trasferta torinese contro il Parella. Una vecchia conoscenza per Prata che con i piemontesi duellò anche in B1.

I ragazzi di Simeon sono penultimi in graduatoria a 13 punti (-9 dalla Tinet Gori Wines) ma si sono dimostrati squadra in crescita, battendo Porto Viro, Motta in trasferta (interrompendo l’imbattibilità casalinga dei biancoverdi che durava da oltre un anno), perdendo solo al tie break con Cuneo. Nell’ultimo turno hanno ceduto contro Fano, ma Coach Cuttini non si fida e ha giustamente mantenuto alta la concentrazione dei suoi.

All’andata finì 3-1 con vittoria in rimonta della Tinet Gori Wines, ma con parziali abbastanza tirati. Per tenere elevato il ritmo di gioco, considerando anche l’indisponibilità di Luca Calderan, mercoledì i Passerotti hanno disputato un’amichevole con il Salonit Anhovo Kanal, squadra della massima divisione slovena

“È stato un buon test contro avversari competitivi nel quale Cuttini ha potuto verificare anche delle soluzioni diverse da quelle ultimamente adottate. – è il pensiero del DS Luciano Sturam – “Detto questo siamo tutti consapevoli delle difficoltà che incontreremo a Torino, testa quindi ad un incontro in cui dovremo superarci per portare a casa un risultato positivo. In attesa poi di completare il recupero degli infortunati per poter riprendere ad allenarci a pieno organico.”

L’appuntamento è per domani al Palasport “Le Cupole” di Torino alle 18.00. Arbitreranno Walter Stancati di Brindisi e Michele Marconi di Pavia. Diretta streaming su legavolley.tv


Ph.-Franco-Moret-2020-1-1280x853.jpg

19 Gennaio 2020

+5. Non è un nuovo prefisso telefonico internazionale, ma il differenziale di punti che la Tinet Gori Wines ha raccolto in queste prime 3 gare del ritorno rispetto a quelle di andata. Sintomo di una crescita significativa a livello di gioco. Con Bolzano una buona ricezione ha permesso ad Alberini di impostare un gioco vario e divertente. Sugli scudi Yordan Galabinov capace di marcare 14 punti col 67% in attacco. Tegola Calderan: frattura al mignolo della mano destra e stop forzato

Convincente prestazione della Tinet Gori Wines che si impone con un rotondo 3-0 sul Bruno Mosca Bolzano. Tutta un’altra storia rispetto alla partita d’andata, terminata con un affannoso 3-2. Bella prova di squadra di tutti i gialloblu con menzione d’onore per Yordan Galabinov, eletto uomo partita capace di marcare 14 punti con un eccellente 67% in attacco.

Ottimo primo set della Tinet Gori Wines che si impone in maniera autorevole mettendo in mostra un bel gioco. Indisponibile Luca Calderan che ha rimediato una frattura al mignolo della mano destra in allenamento. In sua vece si pesca in famiglia. Come vice regista viene mandato in panchina suo fratello Andrea. Lo starting six vede Alberini al palleggio, Baldazzi opposto, Marinelli e Galabinov in banda, Rau e Miscione al centro e Lelli libero. Partono subito forte i Passerotti che volano sull’ 8-3. Una ricezione stabile permette ad Alberini di impostare un gioco veloce, divertente ma soprattutto redditizio fatto di primi tempi e sovrapposizioni dalla seconda linea. Una fiammata di Held che firma tre punti consecutivi (due mani-fuori e un muro su Baldazzi) permette agli altoatesini di rifarsi sotto: 8-7. Galabinov suona la carica e anche positivissimo turno di servizio di Alberini. La Tinet vola sul 14-8. Marinelli e Baldazzi lo amplificano: 18-10. Il bottino si mantiene costante fino a fine parziale. Magalini consegna un bel po’ di set point a Prata. Gli errori la fanno da padroni. Quello decisivo risulta essere quello in battuta di Held che fissa il risultato sul 25-17

Raddoppio dei gialloblu. La partenza è un po’ a rilento come se la vittoria del set precedente in maniera netta abbia tolto un po’ di ritmo alla Tinet Gori Wines. A dare la carica ai compagni ci pensano Galabinov e Baldazzi: 10-6. Si vede anche una spettacolare “7” di Miscione: 11-7. I ragazzi di Cuttini subiscono il ritorno dei bolzanini che sfruttano un buon momento di Gozzo: 16-15 e time out del coach friulano. A richiamare all’ordine tutti ci pensa capitan Marinelli: 17-15. Doppio Baldazzi e 22-19. Poi l’opposto ferrarese assieme a Miscione forma una saracinesca compatta e stoppa Held: 23-19. Un errore di formazione e un lungolinea che scappa esterno a Baldazzi riportano sotto Baldazzi: 23-21. Alberini si fida dei propri centri e serve un primo tempo a Rau. Il centrale conquista il set point: 24-21. Nell’azione successiva Boesso lo annulla murando Marinelli. Ma subito dopo viene ricambiato con la stessa moneta dal capitano in collaborazione con Rau: 25-22.

Nel terzo set i Cuttini Boys partono a razzo sfruttando il braccio caldo di Giancarlo Rau. Astuto l’ace corto del 10-3 di Michele Marinelli. Gozzo e Paoli riportano sotto l’AVS: 11-8. C’è da soffrire un po’ e Alberini si affida alla certezza della serata, Galabinov che infatti marca il 12-8. L’ultimo guizzo degli ospiti è firmato da Held e da un ace di Gozzo: 18-16. Entra in scena il bombardiere Baldazzi: 23-19. Il match point è catturato dalla manina galeotta di Marinelli che triplica il muro su pipe di Held: 24-19. il primo tempo di Bleggi rimanda i festeggiamenti. Solo di qualche secondo però perchè Baldazzi mette a terra il 25-20 che suggella questa bella vittoria

TINET GORI WINES PRATA – AVS MOSCA BRUNO BOLZANO 3-0

PRATA: Baldazzi 16, Calderan, Tolot, Alberini 2, Miscione 5, Tassan, Marinelli 7, Meneghel, Lelli (L), Rau 7, Vivan (L), Link, Deltchev, Galabinov 14. All: Cuttini

BOLZANO: Boesso 9, Brillo, Bressan, Grillo (L), Held 10, L. Spagnuolo, Bleggi 5, Grassi, Magalini 1, Bandera, Marotta (L), Paoli 6, A. Spagnuolo, Gozzo 7. All: Palano

Arbitri Morgillo di Napoli e Pecoraro di Palermo


IMG_2619-1280x853.jpg

17 Gennaio 2020

I ragazzi di Cuttini vogliono continuare nel buon momento di gioco che li vede in crescita dopo il break post natalizio. Ospite la Cenerentola Bolzano che però all’andata fece soffrire i gialloblù. Sturam “Mai come in questo momento abbiamo bisogno del sostegno indiscriminato del nostro pubblico e di tutti coloro che hanno a cuore il Volley Prata”

I Passerotti vogliono correre e librarsi in volo verso le zone alte della classifica. Occasione propizia potrebbe essere l’incontro di domani che vede la Tinet Gori Wines affrontare la Cenerentola del girone AVS Mosca Bolzano, che chiude la graduatoria con 8 punti a -11 dai gialloblù. La Tinet Gori Wines è indubbiamente galvanizzata dalle due ottime prove disputate dopo il break post natalizio, ma coach Cuttini e lo staff predicano calma e massima concentrazione pur consapevoli dei propri progressi sul lato del gioco. Da monito, per non prendere la gara sotto gamba, resta il ricordo della gara d’andata che non fu affatto una passeggiata. Si concluse infatti per 3-2 con affermazione di Prata al tie break. Nella Tinet tutti disponibili, anche se restano da valutare le condizioni di Luca Calderan che nell’ultimo allenamento ha riportato un infortunio alla mano. I bolzanini si presenteranno con Grassi in regia, Magalini opposto. In banda Boesso e Tim Held, figlio di Helk – Jan Held indimenticato centrale con lunghissima carriera in A1, nonché campione olimpico ad Atlanta ’96. Held Junior nella scorsa partita contro Motta ha messo a terra ben 24 punti. Al centro l’esperto Paoli già protagonista di varie battaglie con i Passerotti nei campionati di Serie B e Bressan. Grillo è il libero.

Tutti all’interno del gruppo stanno lavorando per prepararsi al meglio consapevoli delle difficoltà che incontreremo ma desiderosi di dare sempre il meglio per confermare i miglioramenti evidenziati in progressione – è il parere del DS Luciano Sturam. – Mai come in questo momento abbiamo bisogno del sostegno indiscriminato del nostro pubblico e di tutti coloro che hanno a cuore il Volley Prata”

L’appuntamento è per domani sera alle 20.30 al PalaPrata. Dirigeranno l’incontro Davide Morgillo di Napoli e Sergio Pecoraro di Palermo

Chi non può seguire la partita direttamente dagli spalti potrà collegarsi al sito legavolley.tv e seguire la diretta streaming


03A1041-1280x853.jpg

12 Gennaio 2020

I Passerotti sembrano aver trovato la via giusta e mettono in mostra un ottima pallavolo. Tutti gli attaccanti vengono ben coinvolti nel sistema d’attacco e Baldazzi si conferma bombardiere. I gialloblù si arrendono in un emozionante tie break alla seconda della classe guidata da un incontenibile Di Silvestre (35 punti)

Finisce dopo un’epica battaglia durata 2 ore e 20 minuti la sfida tra Tinet Gori Wines e Goldenplast Civitanova. Una gara decisasi sul filo di lana dopo un lunghissimo tie break che ha premiato i marchigiani trascinati da un mostruoso Di Silvestre (35 punti), mentre tra i gialloblu il top scorer è Baldazzi con 28. Una gara che comunque fa capire come i Passerotti abbiano imboccato la via giusta a livello di qualità di gioco che in questi ultimi incontri si è mantenuta ad un livello altissimo contro le migliori squadre del raggruppamento.

Grande primo set dei Passerotti che mettono in campo davvero una bella pallavolo e vanno a segno con tutti gli effettivi. Cuttini conferma il sestetto vincente di settimana scorsa con Alberini in regia, Baldazzi opposto, Marinelli e Galabinov in posto 4, Rau e Miscione al centro e Lelli libero. Il primo scambio, infinito, fa capire subito come sarà la partita: squadre organizzate e grandi difese. Primo strappo della Tinet con attacco di Marinelli e ace di Galabinov: 5-2. Funzinano bene le combinazioni al centro con Rau e Miscione che attaccano 7 palloni col 100%. Galabinov e Baldazzi sono implacabili nel contrattacco: 16-10. Il vantaggio si mantiene costante anche se la battuta di casa mette pressione, ma anche qualche errore di troppo. Si vola sul 23-16. Rientra Civitanova sul 23-19. A mettere il punto esclamativo e il set point un perentorio primo tempo di Rau: 24-19. Di Silvestre annulla il primo, ma poi un lungolinea al fulmicotone di Baldazzi chiude la contesa sul 25-20

La Goldenplast rientra dimostrando che la propria posizione in classifica non è casuale. I marchigiani aggrediscono subito la Tinet Gori Wines con Partenio che riesce a chiamare in causa con più continuità i centrali rispetto al parziale precedente. L’ace di Sanfilippo da agli ospiti il 3-9. I Passerotti si incartano, anche perchè la Goldenplast gioca bene. Sul 9-17 Deltchev rafforza la seconda linea per Galabinov. Cuttini prova con buoni esiti il doppio cambio. Link piazza un ottimo diagonale stretto e poi una buona serie di battute in salto: oltre ad un ace permette un punto diretto a Miscione che schiaccia una ricezione lunga marchigiana: 18-21. Lo scarto minimo si raggiunge sul 20-22 quando Miscione e Baldazzi stoppano Paoletti e nell’azione successiva Partenio fa fallo di seconda linea. Poi il palleggiatore ospite si affida all’esperienza dell’opposto Paoletti che mette a terra gli ultimi e decisivi palloni: 21-25

La Tinet Gori Wines mette la freccia e sorpassa in un set pazzo fatto di parziali e contro break. Il primo scatto è marchigiano (5-2), ma poi c’è la rimonta pratese ed è a marca Baldazzi. L’opposto ferrarese prima schianta a terra un attacco e poi si mette in proprio dalla linea dei 9 metri. Risultato un muro granitico di Rau e due ace diretti. Parità riacciuffata. Gli ospiti alzano l’intensità difensiva e i gialloblù faticano a mettere palla a terra: 12-17. Cuttini opta per un cambio in regia inserendo Calderan. La “formichina” Tinet inizia a rosicchiare punti e certezze alla Goldenplast. I marchigiani diventano più fallosi e Baldazzi mette il punto della parità: 21-21. Un ace chirurgico di Miscione porta avanti i Passerotti: 24-23. A chiuderla un poderoso muro del solito Baldazzi: 25-23

Sarà il tie break a decidere l’esito di questa bellissima sfida. L’equilibrio regna sovrano fino al 12-12 con capitan Marinelli a metterci cuore e attacco. La Tinet Gori Wines non riesce ad essere efficace in battuta come nei set precedenti e i marchigiani prendono il largo grazie all’efficacia del terzetto di attaccanti laterali: Di Silvestre, Dal Corso (ottime le sue pipe) e Paoletti. La Goldenplast guadagna un bottino di 4-5 punti di vantaggio che mantiene fino a fine parziale. Il muro di Di Silvestre su Baldazzi che da il 19-24 è il segnale della resa. A chiuderla ci pensa poi Sanfilippo: 19-25 e verdetto rimandato al quinto e decisivo set .

Il quinto set è un inno all’equilibrio. La palla diventa medicinale e per alcuni momenti il tabellone si muove solo per gli errori degli avversari, da entrambe le parti del parquet,. La Tinet Gori Wines ha anche la possibilità di chiuderla con un match point sul 18-17. Baldazzi tira una bomba in battuta costringendo Civitanova ad un contrattacco difficoltoso che però viene capitalizzato da Paoletti. Alla fine la chiude lo stesso opposto marchigiano sul 19-21

TINET GORI WINES PRATA – GOLDENPLAST CIVITANOVA 2-3

Prata: Baldazzi 28, Calderan, Tolot, Alberini, Miscione 14, Tassan, Marinelli 14, Lelli (L), Rau , Vivan (L), Link 1, Deltchev, Galabinov 9. All: Cuttini

Civitanova: Disabato, Trillini 7, Giorgini (L), Cappio, Partenio 5, D’Amico (L), Ferri, Maletto 1, Di Silvestre 35, Gonzi, Dal Corso 8, Sanfilippo 7, Paoletti 21, Esposito. All: Rosichini

Arbitri: Cecconato di Treviso e Autuori di Salerno

Parziali: 25-20 / 21-25 / 25-23 / 19-25 / 19-21


2-giornata-84-1280x853.jpg

10 Gennaio 2020

Dopo l’esaltante vittoria con Trento la Tinet Gori Wines va alla ricerca di un altro scalpo eccellente: quello dei giovani della Goldenplast Civitanova, vivaio della Lube, che nello scorso turno hanno a loro volta stoppato l’altra capolista Porto Viro. Attenzione a Paoletti e Di Silvestre

Scontro tra due squadre in salute e galvanizzate da successi importanti quello di domani sera tra la Tinet Gori Wines e la Goldenplast Civitanova. Entrambi i team sono carichi perchè nel turno precedente hanno stoppato le due capolista: Trento per i ragazzi di Cuttini e Porto Viro per i marchigiani.

I gialloblu sono determinati per vendicare sportivamente la sconfitta in 3 set subita all’andata. Ma i Passerotti sono in buona compagnia considerando che i ragazzi di Rosichini hanno fatto subire la stessa sorte a tutte le squadre ospiti, risultando ancora imbattuti negli scontri interni. Squadra giovane quella marchigiana che però può contare su una diagonale palleggiatore-opposto esperta ed efficace come quella formata da Pier Paolo Partenio e dal 37enne opposto Matteo Paoletti che all’andata fu il top scorer, mettendo a terra 20 palloni. Nella vittoriosa partita con Porto Viro Paoletti ne ha firmati 25, ma la banda Di Silvestre ne ha segnati 20, a conferma di un attacco bilanciato e pericoloso. Completano il sestetto l’altro schiacciatore Disabato (con l’ex Club Italia Dal Corso prezioso jolly) Sanfilippo e Trillini al centro con D’Amico libero.

Una vittoria della Tinet Gori Wines accorcerebbe la classifica e darebbe ulteriore nuova linfa ai ragazzi di Cuttini, ai quali la vittoria di Trento ha dato una decisa spinta di entusiasmo

Appuntamento alle 20.30 di domani, sabato 11 gennaio al PalaPrata. Arbitreranno Luca Cecconato di Treviso e Enrico Autuori di Salerno. Diretta streaming sul www.legavolley.tv


trento-esultanza-1280x960.jpeg

7 Gennaio 2020

Inizio d’anno col botto dei Passerotti che espugnano il Sanbapolis a Trento e stoppano la striscia di 5 successi consecutivi dei trentini. Grande prova di squadra dei ragazzi di Cuttini

Si apre nel migliore dei modi il 2020 della Tinet Gori Wines. I ragazzi di Cuttini giocano una bellissima pallavolo e stoppano la serie vincente di 5 successi consecutivi della capolista Unitrento.

Grande prestazione dei Passerotti nel primo set. Cuttini sceglie di inserire Galabinov in banda al posto di Link. Per il resto la formazione è quella usuale con Alberini in regia, Baldazzi opposto, Rau e Miscione in centro, Marinelli è l’altro posto 4 mentre il libero è Lelli.

Si inizia sotto il segno di Michieletto: 3-0 grazie al potente mancino trentino. La Tinet Gori gioca punto a punto ed Alberini riesce ad armare tutti i suoi attaccanti, centrali compresi, che gli danno grosse soddisfazioni. Sul 9-7 la Banda Marinelli e Baldazzi mette il turbo e piazza un parziale di 0-5. Il break da fiducia ai gialloblu, che riescono a giocare molto bene di squadra. A fine set si scatena Galabinov: grazie a 3 punti in attacco ed un ace dello schiacciatore bulgaro il vantaggio si dilata fino al 17-23. Poi Acuti e Bonatesta danno una mano ai Passerotti sbagliando in attacco e il set si conclude 18-25

Impatta la situazione l’Unitrento, restituendo la pariglia alla Tinet Gori Wines. La parità dura fino al 4-4, poi i trentini prendono il largo grazie ad una maggior precisione in attacco ed una buona verve in battuta: 10-5. I gialloblu si spengono e non riescono a contrapporre un gioco efficace ai giovani trentini che dal canto loro giocano sciolti e fanno mulinare il braccio. Sul 17-10 Cuttini propone il doppio cambio inserendo Calderan e Link, ma l’Unitrento è lanciata ed è difficile accorciare. Due muri fanno conquistare una vagonata di set point ai padroni di casa: 24-14. Miscione e Rau accorciano, ma poi nulla possono sul potente diagonale di Pol che chiude il parziale sul 25-16

Altro sontuoso parziale dei ragazzi di Cuttini che si esprimono nel loro miglior “formato trasferta”. Il la al successo lo da il turno di servizio di Rau che incastona una serie di quattro servizi consecutivi con due ace: 8-12. Altro segnale: la spettacolare azione dell’11-15 conclusa in attacco da Marinelli, ma ricca di azioni difensive e di coperture efficaci da parte di tutti i gialloblu. I giovani trentini si arrendono alla tenacia di Prata ed iniziano ad impilare errori perchè sul campo della Tinet non cade nemmeno uno spillo. Il muro di Marinelli su Poggio fa issare bandiera bianca alla squadra di casa: 11-19. Un muro di Alberini ed un attacco di Galabinov confezionano una serie di set point: 24-14. Il parziale si chiude subito dopo grazie ad un’incomprensione in attacco dell’ Unitrento: 25-15

Il quarto set parte benissimo: 3-8. Non è solo il punteggio a confortare i tifosi di Prata, ma soprattutto il fatto che a muovere il tabellino in questi primi scambi siano stati tutti e 6 i giocatori in campo. Trento non demorde e grazie ad un paio di attacchi ed un ace fortunoso di Pol si rifanno sotto: 13-15. Alberini suona la carica e stampa un muro su Michieletto: 13-16. Galabinov mette l’ace del 15-18 e Marinelli allunga con un mani fuori a regola d’arte. Ad accelerare ci pensa anche Baldazzi e poi Rau, in rappresentanza di un reparto centrale che si è espresso ad altissimi livelli firma il 17-23. A chiuderla giunge in aiuto Trento con due attacchi consecutivi sbagliati: 18-25. Ma con una Tinet Gori Wines in grande spolvero era difficile anche per i talentuosi giovani di Trento

UNITRENTO – TINET GORI WINES PRATA 1-3

TRENTO: Dietre, Michieletto 17, Pol 7, Pizzini 2, Magalini, Simoni, Bonatesta 3, Acuti 5, Lambrini (L), Coser 5, Poggio 17, Zanlucchi (L), Mussari. All: Conci

PRATA: Baldazzi 19, Calderan, Tolot, Alberini 1, Miscione 11, Tassan, Marinelli 13, Meneghel, Lelli (L), Rau 9, Vivan (L), Link 1, Deltchev, Galabinov 11. All: Cuttini

Arbitri: Sessolo di Treviso e Guarneri di Messina

Parziali: 18-25 / 25-16 /15-25 / 18-25


Ph.-Franco-Moret-2019-25.jpg

3 Gennaio 2020

Per cominciare col piede giusto un ostacolo impegnativo: i trentini che possono contare sugli iridati U19 Michieletto, Pol e Magalini sono la squadra rivelazione del campionato e occupano la prima piazza in classifica in coabitazione con Porto Viro, grazie anche ad una striscia ancora aperta di cinque vittorie consecutive

Domani inizia il girone di ritorno e la Tinet Gori Wines vuole farsi trovare pronta all’appuntamento. Per fare questo dovrà affrontare l’ UniTrento, che nello scorso turno ha raggiunto Porto Viro in vetta alla classifica. Un ostacolo impegnativo per i ragazzi di Cuttini che però finora hanno dimostrato di saper tirar fuori gli artigli ed energie supplementari negli scontri con le migliori squadre del lotto. C’è tanta voglia di riscatto dopo la brutta battuta d’arresto di Santo Stefano con Motta. All’andata si imposero i giovani trentini, squadra U21 del Trentino Volley di Superlega, per 3-0 (20-25 / 24-26 /25-27) con un primo set abbastanza netto, grazie anche alla buona prova di Michieletto, e gli altri due decisi sul filo di lana. I ragazzi di Conci sono sicuramente la squadra rivelazione del raggruppamento, ma l’equilibrio è il tratto distintivo di questo campionato di A3 e quindi i Passerotti affronteranno la trasferta col cipiglio giusto, pronti a compiere una bella impresa sportiva. E’ vero che i trentini possono giocare con la mente sgombra e mettere in campo tre campioni mondiali U19 (Michieletto, Pol e Magalini che hanno conquistato il titolo iridato quest’estate a Tunisi) ma la Tinet Gori Wines vuole iniziare l’anno col piede giusto. Eugenio Tassan deve ancora recuperare e si è allenato a scartamento ridotto, mentre è pienamente operativo Ned Deltchev dopo la forzata sosta ai box delle ultime settimane. Tra i trentini viene indicato in dubbio Magalini per un problema alla mano. Il riserbo sulla sua partecipazione al match verrà sciolto nell’immediato prepartita.

L’appuntamento è per sabato sera alle ore 20.30 al Sanbapolis di Trento. Dirigeranno l’incontro Maurina Sessolo di Conegliano e Roberto Guarneri di Messina. Il match sarà trasmesso in live streaming collegandosi al sito www.legavolley.tv.


Ph.-Franco-Moret-2019-29.jpg

22 Dicembre 2019

Grande vittoria in rimonta dei Passerotti che aumentano l’intensità difensiva e hanno la meglio su Cisano con una bella prova collettiva, impreziosita dai 31 punti dell’ex di turno Alberto Baldazzi (superati i 1000 punti in Serie A). Ottima la gestione del gioco di ALberini, MVP del match. Ora si attende con fiducia il sentito derby di Santo Stefano a Motta

Evidentemente è destino che tra Prata e Cisano si finisca al tie break e con (quasi) il minimo scarto. Bravissimi i ragazzi della Tinet Gori Wines a compiere una memorabile rimonta e a sfatare anche il tabù che vedeva la squadra di casa perdere, come accaduto due volte lo scorso anno tra le due formazioni. Grande prova collettiva per i gialloblù che hanno veramente difeso l’impossibile dal terzo set in avanti. La Tinet ha potuto avvalersi anche di un bombardiere di eccezione, Alberto Baldazzi, che ha messo a terra ben 31 punti nel campo dei suoi ex compagni. Eccellente anche la prova di Alberini decretato MVP dell’incontro.

Cuttini manda in campo Alberini in regia opposto all’ex della partita Baldazzi. In banda Marinelli e Link. Al centro Rau e Miscione. Lelli è la garanzia in seconda linea come libero.

La partita parte con un piglio divertente. Si vedono belle azioni, difese e buoni colpi. Si arriva al 10-10 e c’è un break di Cisano favorito da alcune buone giocate di Milesi, che cattura due muri su Rau. C’è un’imprecisione nel campo gialloblù e poi un buon attacco di Mercorio. I bergamaschi volano sul 16-11 e Cuttini inserisce Galabinov in banda per Link. Baldazzi mette a terra due attacchi consecutivi e la Tinet si rifà sotto: 14-17. Ma poi tre errori consecutivi fanno riprendere il largo alla Tipiesse: 14-20. Galabinov conclude positivamente due attacchi di fila e manca il terzo sfiorando la linea laterale. Un muro su Baldazzi decreta una buona serie di set point per la Tipiesse: 19-24. Il primo viene autoannullato da una battuta errata di Sormani. Ma il favore viene subito ricambiato da Galabinov che caccia il servizio a mezza rete: 19-25.

Sestetti confermati e si riparte. L’equilibrio la fa da padrone. Mini allungo di Cisano che usufruisce di un errore in battuta di Rau ed un imprecisione in ricezione di Galabinov: 14-16. Ribatte colpo su colpo la Tinet, soprattutto con un positivo Baldazzi che firma il sorpasso sul 17-16 abbattendo il libero Brunetti e costringendo Battocchio a chiamare time out. Un ace di Galabinov sembra instradare bene il parziale: 19-17. Cisano raggiunge la parità sul 20-20 e poi mette la freccia e guadagna due punti di vantaggio: 21-23. Il solito Baldazzi riporta i Passerotti sul 23-23. Si gioca punto a punto e non c’è un attimo di respiro. Baldazzi guadagna il set point sul 26-25, ma poi è Giampietri ad annullarlo con un bel primo tempo. Alla fine i bergamaschi sono più freddi e con un errore dai 9 metri di Galabinov seguito da un muro su Marinelli portano a casa il set per 27-29.

Reazione d’orgoglio della Tinet Gori Wines che la riapre soprattutto grazie ad una grande intensità difensiva. A inizio set scappa Cisano che scatta sul 4-7. I gialloblù sono bravi ad avere pazienza e a recuperare gli avversari: 9-9. Rientra in campo Link e si fa sentire. Altro strappo della Tipiesse che vola sul 16-19. Parzialone di 4-0 della Tinet Gori Wines che sorpassa 20-19 con granitico muro di Alberini. Giampietri pareggia, ma poi c’è una delle azioni più belle della partita, conclusa con un’invasione di Cisano, ma se fosse possibile il punto andrebbe ascritto a Lelli straordinario in difesa e copertura. La qualità difensiva esalta i Passerotti che trovano in Link il terminale perfetto. Lo svedese mette a terra i palloni che portano al 24-21. Poi ci pensa Miscione a chiudere la saracinesca a muro e a conquistare il set 25-21.

Prata parte di nuovo forte, caricata dal bel set precedente: 7-4. Cisano non demorde e si rifà sotto: 11-11. Link e Marinelli allungano nuovamente e poi Jacob mette sulla linea l’ace che fa esplodere il PalaPrata: 15-12. Tutti i Passerotti diventano protagonisti di belle giocate. Baldazzi cannoneggia, Rau si fa sentire a muro. Merito anche di una buona distribuzione e gestione del gioco da parte di Alberini. Ma dove veramente la Tinet fa la differenza è sul lato difensivo dove Lelli è sugli scudi, ma tutti si battono come leoni costringendo gli attaccanti di Cisano fuori dalla zona di comfort. Si vola sul 24-19 e a mandare tutti al tie break ci pensa Link con un bolide in battuta: 25-19

Il quinto set è come al solito una sfida di nervi. A suonare il primo squillo ci pensa capitan Marinelli che propizia con un allungo ed un attacco di astuzia il primo break: 6-4. Si gira campo sul 8-6. Mercorio impatta sul 9-9. Poi Baldazzi accelera: 12-9. E’ sempre l’opposto a farsi sentire, stavolta a muro: 13-12. Marinelli guadagna il match point in attacco. Miscione piazza una battuta float insidiosa che torna nel campo della Tinet. Rau schiaccia a botta sicura, ma viene murato dal palleggiatore. Peccato che sia fallo perchè Sbrolla, essendo in seconda linea non può murare. Il signor Piubelli se ne accorge e decreta la fine dell’incontro. Il PalaPrata può esultare e la Tinet può guardare con fiducia al sentito derby di Santo Stefano con Motta.

TINET GORI WINES PRATA – TIPIESSE CISANO 3-2

PRATA: Baldazzi 31, Calderan, Tolot, Alberini 4, Miscione 6, Tassan, Marinelli 15 , Meneghel, Lelli (L), Rau 8, Vivan (L), Link 9 , Deltchev, Galabinov 4. All: Cuttini

CISANO: Mercorio 11, Gritti, De Santis 21, Cattaneo 10, Milesi 12, Sbrolla 3; Brunetti (L1). Baciocco 5, Maccabruni, Favaro, Sormani, Giampietri 6, Austoni, Rota (L2). All.: Battocchio

Arbitri: Piubelli di Verona e Jacobacci di Venezia

Parziali: 19-25 / 27-29 / 25-21 / 25-19 / 15-12


Ph.-Franco-Moret-2019-25-1280x1920.jpg

20 Dicembre 2019

La Tipiesse Cisano precede di tre punti i Passerotti e quindi è possibile l’aggancio in classifica. Lo scorso anno in A2 ci furono due combattutissimi tie break finiti ai vantaggi e anche quest’anno si prevede grande equilibrio. Baldazzi, ex di turno: “Per me ci sarà una certa emozione. La settimana è stata positiva, anche se caratterizzata da qualche intoppo fisico. Ma sono fiducioso: vogliamo fare una grande gara”

E’ tempo di Natale, ma la Tinet Gori Wines non ha intenzione di essere troppo munifica con gli ospiti della Tipiesse Cisano. Anzi vorrebbe farsi un bel regalo natalizio e festeggiare con il tradizionale panettone post partita assaporando il gusto di tre punti che significherebbero anche l’aggancio in classifica nei confronti dei lombardi. Lombardi che i Passerotti hanno già affrontato lo scorso anno in A2. Furono due epici 2-3 finiti al tie break per 15-13, all’insegna del massimo equilibrio. Di quella squadra è rimasto regista l’esperto Sbrolla, che lo scorso anno smistava palloni ad Alberto Baldazzi. Al posto del bomber passato in gialloblù, alla corte di Battocchio è arrivato De Santis, che lo scorso anno la Tinet ha trovato nei playoff con Livorno, dove era compagno di squadra di Mirko Miscione. A dare esperienza nel reparto delle bande c’è Mercorio, che nella passata stagione ha ottenuto la promozione in A1 con Piacenza. A dargli manforte si alternano i giovani Baciocco e Cattaneo. Al centro la coppia bergamasca Milesi-Gritti. Il libero è Davide Brunetti. La Tipiesse è reduce da un successo per 3-1 sul campo di Bolzano e non sarà un cliente comodo. Per questo serve tutto l’apporto del PalaPrata.

Non vedo l’ora di vedere i miei  compagni della scorsa stagione – racconta l’ex della partita Alberto Baldazzi –  anche se credo che sarà strano vederli dall’altro lato della rete: mi ha sempre causato una certa emozione giocare contro ex compagni con i quali ho condiviso tanti momenti dentro e fuori al campo.
La settimana è andata piuttosto bene, anche se con qualche intoppo dal punto di vista fisico dato che Tassan, Meneghel e Deltchev sono fermi. Forse i nostri centrali rimasti, rischiano di subire qualche sovraccarico dato dal lavoro, ma sono fiducioso: faremo una buona gara”

Appuntamento sabato alle ore 20.30 al PalaPrata. Dirigeranno l’incontro Piubelli di Verona e Jacobacci di Bergamo. Chi non potesse seguire il match al PalaPrata può vederlo in streaming su legavolley.tv
CALENDARIO 2020 – E’ possibile acquistare, direttamente in biglietteria, il bel calendario 2020 della Tinet Gori Wines, realizzato dal nostro fotografo Franco Moret. I dodici scatti immortalano i Passerotti in pose atletiche e vi terranno compagnia per tutto l’anno. Non perdetelo!