Serie C a Gorizia, Serie D rinvia il match con Muzzana

19 Novembre 2021
4367-Ph.-Franco-Moret-©-2021_.jpg

Sarà un weekend a metà quello delle nostre portacolori nei campionati regionali maschili. Mentre la Serie C Santalucia Mobili sarà di scena a Gorizia in un delicato scontro con l’Olympia, la Serie D Viteria 2000 sarà costretta ad un turno di stop e non ospiterà il Muzzana in quello che era uno dei match più attesi della giornata. In serata debutto per la prima divisione femminile targata Tinet che affronterà l’Havana Bibione. Mentre l’ U16 Brugnera/Prata scenderà in campo domani alle 18.00 a Pordenone contro il Blu Volley.

Spostata per Covid la partita della Serie D (in Serie C la stessa sorte capita a Mortegliano – Tre Merli) Coach Pighin fa di necessità virtu’ “Per prima cosa – afferma – vorrei fare a nome di tutta la società un augurio di pronta guarigione a chi è stato colpito dal virus. Useremo queste due settimane, visto che la prossima settimana avremo il turno di riposo già previsto, per affinare la preparazione fisica, considerando che poi inizierà anche il campionato di U17″  Il focus settimanale, quindi, si sposta completamente sulla Serie C che, come dicevamo, dovrà affrontare una gara importante che la mette di fronte all’Olympia Gorizia, squadra che precede i gialloblù in classifica di soli due punti.

“Veniamo da due sconfitte per 3-0, nelle quali non abbiamo raccolto punti, anche se tra le due gare c’è stato un miglioramento a livello di gioco – è l’analisi di Coach Manolo Pat – Di sicuro non è un periodo facile e di sicuro andiamo a giocare contro una squadra, che pur essendo partita in sordina, è una delle favorite per la vittoria del campionato, essendo arrivata seconda lo scorso anno. E’ una cosa che avevamo preventivato. Sappiamo che il percorso di crescita dei nostri ragazzi passa attraverso gare dure. se vogliamo imparare a giocare bene dobbiamo confrontarci con i più forti. Spero di vedere miglioramenti soprattutto a livello di attenzione. A tratti giochiamo una buona pallavolo, ma poi ci disuniamo perchè non riusciamo a tenere il ritmo costantee ad un livello che a noi richiede sempre la massima concentrazione. La mia speranza è di vedere un livello di gioco buono per tutto il match. Poi se vinceranno gli avversari, merito loro. Noi dovremo rendere loro la vita difficile, non facilitargliela. Dobbiamo lavorare compatti ed è il focus sul quale abbiamo lavorato tutta la settimana. Uniti alla ricerca di un obiettivo. La fase break è quella un po’ deficitaria, ma stiamo facendo dei lavori specifici e spero che questo si veda sul parquet”