Tinet Gori Wines si impone dopo una fantastica rimonta contro Cisano

22 Dicembre 2019
Ph.-Franco-Moret-2019-29.jpg

Grande vittoria in rimonta dei Passerotti che aumentano l’intensità difensiva e hanno la meglio su Cisano con una bella prova collettiva, impreziosita dai 31 punti dell’ex di turno Alberto Baldazzi (superati i 1000 punti in Serie A). Ottima la gestione del gioco di ALberini, MVP del match. Ora si attende con fiducia il sentito derby di Santo Stefano a Motta

Evidentemente è destino che tra Prata e Cisano si finisca al tie break e con (quasi) il minimo scarto. Bravissimi i ragazzi della Tinet Gori Wines a compiere una memorabile rimonta e a sfatare anche il tabù che vedeva la squadra di casa perdere, come accaduto due volte lo scorso anno tra le due formazioni. Grande prova collettiva per i gialloblù che hanno veramente difeso l’impossibile dal terzo set in avanti. La Tinet ha potuto avvalersi anche di un bombardiere di eccezione, Alberto Baldazzi, che ha messo a terra ben 31 punti nel campo dei suoi ex compagni. Eccellente anche la prova di Alberini decretato MVP dell’incontro.

Cuttini manda in campo Alberini in regia opposto all’ex della partita Baldazzi. In banda Marinelli e Link. Al centro Rau e Miscione. Lelli è la garanzia in seconda linea come libero.

La partita parte con un piglio divertente. Si vedono belle azioni, difese e buoni colpi. Si arriva al 10-10 e c’è un break di Cisano favorito da alcune buone giocate di Milesi, che cattura due muri su Rau. C’è un’imprecisione nel campo gialloblù e poi un buon attacco di Mercorio. I bergamaschi volano sul 16-11 e Cuttini inserisce Galabinov in banda per Link. Baldazzi mette a terra due attacchi consecutivi e la Tinet si rifà sotto: 14-17. Ma poi tre errori consecutivi fanno riprendere il largo alla Tipiesse: 14-20. Galabinov conclude positivamente due attacchi di fila e manca il terzo sfiorando la linea laterale. Un muro su Baldazzi decreta una buona serie di set point per la Tipiesse: 19-24. Il primo viene autoannullato da una battuta errata di Sormani. Ma il favore viene subito ricambiato da Galabinov che caccia il servizio a mezza rete: 19-25.

Sestetti confermati e si riparte. L’equilibrio la fa da padrone. Mini allungo di Cisano che usufruisce di un errore in battuta di Rau ed un imprecisione in ricezione di Galabinov: 14-16. Ribatte colpo su colpo la Tinet, soprattutto con un positivo Baldazzi che firma il sorpasso sul 17-16 abbattendo il libero Brunetti e costringendo Battocchio a chiamare time out. Un ace di Galabinov sembra instradare bene il parziale: 19-17. Cisano raggiunge la parità sul 20-20 e poi mette la freccia e guadagna due punti di vantaggio: 21-23. Il solito Baldazzi riporta i Passerotti sul 23-23. Si gioca punto a punto e non c’è un attimo di respiro. Baldazzi guadagna il set point sul 26-25, ma poi è Giampietri ad annullarlo con un bel primo tempo. Alla fine i bergamaschi sono più freddi e con un errore dai 9 metri di Galabinov seguito da un muro su Marinelli portano a casa il set per 27-29.

Reazione d’orgoglio della Tinet Gori Wines che la riapre soprattutto grazie ad una grande intensità difensiva. A inizio set scappa Cisano che scatta sul 4-7. I gialloblù sono bravi ad avere pazienza e a recuperare gli avversari: 9-9. Rientra in campo Link e si fa sentire. Altro strappo della Tipiesse che vola sul 16-19. Parzialone di 4-0 della Tinet Gori Wines che sorpassa 20-19 con granitico muro di Alberini. Giampietri pareggia, ma poi c’è una delle azioni più belle della partita, conclusa con un’invasione di Cisano, ma se fosse possibile il punto andrebbe ascritto a Lelli straordinario in difesa e copertura. La qualità difensiva esalta i Passerotti che trovano in Link il terminale perfetto. Lo svedese mette a terra i palloni che portano al 24-21. Poi ci pensa Miscione a chiudere la saracinesca a muro e a conquistare il set 25-21.

Prata parte di nuovo forte, caricata dal bel set precedente: 7-4. Cisano non demorde e si rifà sotto: 11-11. Link e Marinelli allungano nuovamente e poi Jacob mette sulla linea l’ace che fa esplodere il PalaPrata: 15-12. Tutti i Passerotti diventano protagonisti di belle giocate. Baldazzi cannoneggia, Rau si fa sentire a muro. Merito anche di una buona distribuzione e gestione del gioco da parte di Alberini. Ma dove veramente la Tinet fa la differenza è sul lato difensivo dove Lelli è sugli scudi, ma tutti si battono come leoni costringendo gli attaccanti di Cisano fuori dalla zona di comfort. Si vola sul 24-19 e a mandare tutti al tie break ci pensa Link con un bolide in battuta: 25-19

Il quinto set è come al solito una sfida di nervi. A suonare il primo squillo ci pensa capitan Marinelli che propizia con un allungo ed un attacco di astuzia il primo break: 6-4. Si gira campo sul 8-6. Mercorio impatta sul 9-9. Poi Baldazzi accelera: 12-9. E’ sempre l’opposto a farsi sentire, stavolta a muro: 13-12. Marinelli guadagna il match point in attacco. Miscione piazza una battuta float insidiosa che torna nel campo della Tinet. Rau schiaccia a botta sicura, ma viene murato dal palleggiatore. Peccato che sia fallo perchè Sbrolla, essendo in seconda linea non può murare. Il signor Piubelli se ne accorge e decreta la fine dell’incontro. Il PalaPrata può esultare e la Tinet può guardare con fiducia al sentito derby di Santo Stefano con Motta.

TINET GORI WINES PRATA – TIPIESSE CISANO 3-2

PRATA: Baldazzi 31, Calderan, Tolot, Alberini 4, Miscione 6, Tassan, Marinelli 15 , Meneghel, Lelli (L), Rau 8, Vivan (L), Link 9 , Deltchev, Galabinov 4. All: Cuttini

CISANO: Mercorio 11, Gritti, De Santis 21, Cattaneo 10, Milesi 12, Sbrolla 3; Brunetti (L1). Baciocco 5, Maccabruni, Favaro, Sormani, Giampietri 6, Austoni, Rota (L2). All.: Battocchio

Arbitri: Piubelli di Verona e Jacobacci di Venezia

Parziali: 19-25 / 27-29 / 25-21 / 25-19 / 15-12