Tinet Gori Wines non si fa il regalo di Natale contro Ortona

23 Dicembre 2018
IMG_5908.jpg

La partita prenatalizia della Tinet Gori Wines suona da occasione persa e lascia l’amaro in bocca. I gialloblu hanno infatti dimostrato per larghi tratti di gara di poter giocarsela alla pari con Ortona. La differenza l’ha fatta avere un opposto come il teutonico Marks che ha messo a terra 34 punti attaccando col 64% di positività. Combattutissimo il primo set che i Passerotti si aggiudicano sul filo di lana, anche se lo hanno condotto per tutta la sua durata.
Le prime fasi sono quasi di “studio”. Battute comode permettono ricezioni # e gli attacchi hanno un’efficienza del 100%
Il primo allungo della Tinet grazie a due magie di Calderan. Il biondo regista prima lascia senza muro Della Corte con un’alzata ad una mano e il bombardiere pugliese ringrazia. Poi fa un ace dalla linea di battuta: 7-5. Ortona rientra sul 14-13 ma poi sempre la coppia Della Corte/Calderan (che firma un’altra battuta vincente) permette l’allungo sul 17-13.
Sul 20-19 si assiste al rientro in campo dopo tutto il girone d’andata Jacob Link che entra nel doppio cambio con Simone Bonante. Per lo svedese 2 punti nel frangente. Spazio anche per Saraceni a muro al posto di Deltchev. A chiuderla ci pensa Marinelli con un manifuori d’autore: 25-23

Il trend positivo sembra sorridere alla Tinet Gori Wines che, sulle ali dell’entusiasmo, parte forte: 3-0 e 7-2. Il vantaggio dura fino all’ 11-7. Poi un terribile parziale di 1-6 propiziato dal muro abruzzese porta al sorpasso: 12-13. Si procede a braccetto fino a quota 18. Poi la Sieco riesce a far attaccare con buone percentuali tutti i suoi effettivi mentre i Passerotti non trovano più sbocchi e la loro verve in prima linea si affievolisce. La chiude Marks, in ottima serata: 22-25

Set che è la fotocopia del precedente con la Tinet Gori Wines che si porta subito sul 7-3 col muro 400 in Serie A di Matteo Bortolozzo. Il rientro ospite è affidato ad uno strepitoso Marks (12 punti nel parziale col 60% in attacco). Nuovo allungo Tinet con Deltchev che firma 4 punti consecutivi: 13-9. I Passerotti sembrano poter gestire agevolmente il parziale fino al 19-16. Poi la luce si spegne e i ragazzi di Sturam subiscono un parziale di 8-0 che di fatto chiude il set, conclusosi con un attacco del solito Marks per il definitivo 20-25

Nell’ultimo parziale la Tinet Gori Wines alza bandiera bianca. L’equilibrio si mantiene solo fino al 6-6 poi i gialloblu si piantano in P1 ed è notte fonda. Sturam fa entrare Saraceni e Link per Deltchev e Della Corte ma ormai i chietini sono in fiducia. Ogurcak appare infermabile e il vantaggio si dilata. Bortolozzo è l’ultimo ad arrendersi e mette giù il punto del 17-24, ma poi il match è chiuso da un primo tempo di Simoni

TINET GORI WINES PRATA – SIECO SERVICE ORTONA 1-3

PRATA: Della Corte 8, Calderan 3, Radin, Bonante, Corazza (L), Tassan 4, Marinelli 15, Saraceni 2, Lelli (L), Marini, Cecutti, Bortolozzo 9, Link 7, Deltchev 6. All: Sturam

ORTONA: Simoni 10, Pesare (L), Zanettin, Berardi, Dolfo 11, Toscani (L), Sitti, Sorrenti, Lanci 2, Marks 34, Fiscon, Ogurcak 12, Menicali 8. All: Lanci

Arbitri: Serafin di Padova e Giardini di Verona

Parziali: 25/23 – 22/25 – 20/25 – 17/25